Archivio per Teatro Comunale

Castel Morrone. Unione Civica: ”Come previsto, l’inutile e irrealizzabile Teatro Comunale sta per essere messo in mano al profitto privato”

Simbolo Unione civica

Castel Morrone – Nel Consiglio Comunale tenutosi lo scorso 20 aprile, con il voto contrario del nostro gruppo consiliare, è stato approvato uno studio di fattibilità per l’affidamento ad un privato del completamento e della gestione del costruendo Teatro Comunale, utilizzando lo strumento del Project Financing.

Leggi il seguito di questo post »

PROCEDONO ALACREMENTE I LAVORI PER IL TEATRO COMUNALE

CASTEL MORRONE – (di Giuseppe Di Fonzo) Il teatro comunale è quasi una realtà nel piccolo centro tra le colline tifatine, infatti, nonostante il periodo estivo stanno procedendo alacremente i lavori presso l’area precedentemente occupata dal mattatoio comunale, lavori che a breve porteranno alla nascita di una struttura moderna ed efficiente capace di ospitare eventi culturali e teatrali di un certo spessore. Un progetto quello relativo alla nascita del teatro comunale fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale di Pietro Riello con l’intento di far conoscere il nome del piccolo centro tifatino al di fuori dei confini territoriali, ed un’opera che si incastra alla perfezione in un progetto più ampio portato avanti dalla compagine di governo morronese teso alla totale riqualificazione del territorio. Infatti, di pari passo con la nascita del teatro Leggi il seguito di questo post »

AL TEATRO COMUNALE DI CASERTA SECONDO INCONTRO DI “DI VINI LIBRI”

CASERTA – Sabato 20 febbraio 2010 ore 19.30  “Per me la scrittura è un dono. Che possa esserlo anche per lo sconosciuto che legge, resta per me una sorpresa. E’ uno di quegli scambi a distanza, come versare vino in un bicchiere lontano” fa dire al protagonista di Alzaia Erri De Luca ed è questo un “assaggio” della poetica dello scrittore, saggista, traduttore e fiorettista della parola che verrà alternato alla “narrazione” del Falerno del Massico, il più antico al mondo, bevuto alla cena di Trimalcione vecchio di cent’anni e celebrato da Orazio che lo chiamava vino di fuoco nel secondo incontro di DiVini Libri, rassegna di Leggi il seguito di questo post »