Archivio per Sandokan

Camorra. Operazione dei carabinieri contro emergenti del clan dei casalesi

.

Caserta – i carabinieri della compagnia di casal di principe (ce), coordinati dalla procura distrettuale antimafia di napoli, stanno eseguendo 15 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti affiliati e Leggi il seguito di questo post »

Caserta – Operazione anticamorra dei Carabinieri: in corso l’esecuzione di provvedimenti di fermo nei confronti di presunti affiliati e fiancheggiatori del clan “dei casalesi” – gruppo IOVINE. Tra essi anche professionisti.

CASERTA, 18.04.2011 – Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta stanno dando esecuzione ad un Decreto di fermo del P.M., emesso dalla DDA di Napoli, nei confronti di presunti affiliati e fiancheggiatori al clan “dei casalesi”, ritenuti dagli inquirenti responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, Leggi il seguito di questo post »

STRADE SICURE, ALL’ARRESTO DI “PAPERINO” HANNO CONTRIBUITO ANCHE I BERSAGLIERI DELLA GARIBALDI

CASERTA (Nunzio De Pinto) – Anche due pattuglie di bersaglieri della “Garibaldi” di via Laviano, impegnate nell’operazione Strade Sicure lungo il litorale domizio e l’agro aversano hanno contribuito alla cattura, lunedì sera, a Casal di Principe, del boss dei Casalesi Massimo Russo soprannominato “Paperino”. All’operazione dei Carabinieri, che ha portato all’arresto di Russo e di altre due persone, hanno infatti partecipato anche i bersaglieri dell’8^ Reggimento di stanza a Caserta, che fanno parte del Leggi il seguito di questo post »

CAMORRA,CATTURATO FRANCO LETIZIA CONSIDERATO L’ULTIMO CAPO DEL CLAN BIDOGNETTI

SAN CIPRIANO D’AVERSA 19.05.2009 – Poco dopo la mezzanotte di oggi, personale della squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore dr. Rodolfo Ruperti, coadiuvato da unita’ specializzate del servizio polizia scientifica del dipartimento della pubblica sicurezza, da equipaggi dei reparti prevenzione crimine e dell’8° reggimento bersaglieri, ha tratto in arresto il latitante Letizia Franco, nato ad aversa il 09.08.1977, inserito nell’elenco dei 100 latitanti di massima pericolosità del ministero dell’interno. Letizia Franco e’ stato individuato in un’abitazione di via Cilea a San Cipriano d’Aversa, ed e’ considerato degli inquirenti l’attuale reggente del “clan Bidognetti” dopo ( Leggi il seguito … )

RITROVATI DALLA SQUADRA MOBILE DI CASERTA I CADAVERI DI PAPA E MINUTOLO. TRE PREGIUDICATI ARRESTATI FORTEMENTE INDIZIATI.

CASERTA  15.05.2009 – Alle 17.15 ca. di oggi, al culmine di prolungate ricerche condotte da personale della squadra mobile di caserta, diretta dal vice questore dr. Rodolfo Ruperti, con l’ausilio di mezzi ed attrezzature dell’8° reggimento bersaglieri di Caserta e di unita’ cinofile specializzate del comando provinciale dei vigili del fuoco di Benevento, seppelliti in un appezzamento di terreno lungo una strada interpoderale che costeggia l’asse mediano Nola/Villa Literno, nel territorio del comune di Villa di Briano (Ce), venivano rinvenuti i cadaveri di: Papa Giovanni Battista, nato Grazzanise (ce) il 18-09-1963, ivi residente fraz. Borgo Appio via Oreste Salomone 187, pregiudicato ( Leggi il seguito … )

CASERTA – CARABINIERI CATTURANO CLEMENTE D’ALBENZIO, PRESUNTO CAPO CLAN CAMORRISTA

CASERTA – Nella notte i Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta hanno tratto in arresto Clemente D’ALBENZIO, presunto capo dell’omonimo clan. Lo stesso si era reso irreperibile il 17 marzo 2009, allorché i Carabinieri scompaginarono le fila del gruppo criminale, arrestando 29 presunti affiliati. Il D’ALBENZIO, ritenuto responsabile dei reati di associazione mafiosa ed estorsione, si nascondeva nel suo territorio. 

Festa ecologica su un bene confiscato alla camorra con gli studenti di S. Maria La Fossa. Le foto

Santa Maria la Fossa – Una giornata di festa all’insegna dell’ambiente con un centinaio di studenti della scuola materna, elementare e media di S. Maria La Fossa si è svolta sul Parco della Vittoria realizzato dal Comune di S. Maria La Fossa, in collaborazione con Agrorinasce, su un bene confiscato alla camorra e precisamente a Francesco Schiavone, ‘Cicciariello’.Leggi il seguito … )

LE FOTO DELLA FESTA >>>

CASALESI, ARRESTATO MICHELE BIDOGNETTI

NAPOLI – La Dia di Napoli ha arrestato a Casal di Principe (Caserta) Michele Bidognetti, attuale reggente dell’omonimo clan, fratello di Francesco Bidognetti, soprannominato ‘Cicciotto ‘e mezzanotté, storico capo del gruppo camorristico. L’uomo che era subentrato a Giuseppe Setola, dopo l’arresto di quest’ultimo, è stato arrestato su ordinanza di custodia Leggi il seguito di questo post »

COMITATO PER L’ORDINE E SICUREZZA A PIGNATARO. RACCOLTI TUTTI I SUGGERIMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE

PIGNATARO MAGGIORE – Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza a Pignataro Maggiore. Il Prefetto di Caserta, dott. Ezio Monaco, raccoglie tutti i suggerimenti formulati dall’amministrazione comunale: informative antimafie per i proprietari dei terreni interessati a modifiche di tipo urbanistico, informative anche per le ditte interessate a lavori pubblici di valore inferiore a quello attualmente indicato nel protocollo d’intesa per la legalità in tema di appalti pubblici e realizzazione di un sistema di video sorveglianza per tutta l’area industriale di Pignataro Maggiore. Alla riunione hanno partecipato, oltre al Prefetto Monaco, il neo Questore di Caserta, dott. Guido Longo, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, colonnello Carmelo Burgio, ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, colonnello Antonio Manozzi. Per l’amministrazione comunale di Pignataro Maggiore erano presenti il sindaco Giorgio Magliocca ed i capigruppo consiliari Piergiorgio Mazzuoccolo, Raimondo Cuccaro e Giorgio Valente. Sono intervenuti, inoltre, il comandante dei Vigili Urbani, capitano Alberto Parente, il presidente della Confapi, commendatore Antonio De Biase, il Presidente dell’Asi, ing. Piero Cappello, e il presidente dei giovani industriali di Caserta, ing. Tommaso Aniello. Durante la riunione è stata discussa anche la questione relativa ai beni confiscati alla malavita organizzata e la necessità di garantire maggiore sicurezza ai cittadini dell’agro caleno ed in particolare ai commercianti della zona. Al vaglio del Comitato Provinciale anche la possibilità di istituire, così come proposto dal primo cittadino Magliocca, un posto fisso per le forze dell’Ordine presso la struttura sita sulla Casilina denominata “Quattro Porte”. C.S.

Commissione di accesso a villa literno. Il sindaco Fabozzi: “Siamo vittime di una congiura politica”

Villa Literno – Le notizie trapelate negli ultimi giorni e diffuse da alcuni organi di stampa non fanno altro che confermare ciò che tutti noi sappiamo: che cioè l’invio della Commissione d’Accesso deciso dall’ex Prefetto di Caserta Maria Elena Stasi (attuale senatore del centrodestra) è stato deciso a seguito di un chiaro progetto politico volto alla delegittimazione della mia persona e dell’amministrazione comunale che negli ultimi sei anni ho guidato con risultati acclarati e apprezzati a livello regionale.
Leggi il seguito di questo post »

OPERAZIONE ANTI-CAMORRA DEI CARABINIERI IN DANNO DEL CLAN EGIZIO

CASTELLO DI CISTERNA (NA) – Nelle prime ore di questa mattina, la Compagnia di Castello di Cisterna ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Presunti affiliati al clan “Egizio”, tra cui:

EGIZIO Umberto, ritenuto capo dell’omonimo clan, operante a Pomigliano d’Arco e Casalnuovo di Napoli; REGA Tommaso, pregiudicato, figlio di REGA Giovanni, attualmente detenuto all’ergastolo per omicidio, capo dell’omonimo clan già operante su Castello di Cisterna;BRASSINI Vincenzo;DELL’ERMO Gaetano; Leggi il seguito di questo post »

CASERTA: OPERAZIONE ANTIDROGA DEI CARABINIERI. IN CORSO LA CATTURA DI 40 PERSONE – fra cui alcuni elementi del clan dei “casalesi”

Dalle prime ore dell’alba, nelle province di Caserta, Napoli ed altre località del territorio   nazionale, è in corso una vasta operazione dei Carabinieri di Mondragone per l’arresto di 40 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata all’importazione, detenzione e spaccio di ingenti quantità di sostanza stupefacente aggravata dal metodo mafioso. Alcuni dei soggetti appartengono al clan dei casalesi

L’operazione, che conclude una complessa attività d’indagine coordinata dalla D.D.A. di Napoli, ha consentito di individuare un gruppo che trafficava ingenti quantitativi di cocaina e hashish sul litorale domitio ed in particolare nei comuni di Castel Volturno, Mondragone e Giugliano in Campania.

Nel corso dell’attività d’indagine erano già stati sequestrati complessivamente 45 kg. di sostanze stupefacenti e circa 10.000 Euro in contanti e titoli, nonché fucili e pistole mitragliatrici, e tratte in arresto in flagranza di reato 26 persone.

ANNA IOVINE SORELLA DI ANTONIO IOVINE DETTO ‘’O NINNO’’ ARRESTATA DAI CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI CASERTA

CASERTA Nelle prime ore del pomeriggio odierno, i Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta hanno tratto in arresto, in San Cipriano d’Aversa (CE), IOVINE Anna, 42enne sorella del latitante Antonio IOVINE, detto “o’ ninno”, ritenuto dagli inquirenti capo dell’omonima fazione camorristica confederata al clan dei “casalesi”. La donna è ritenuta responsabile del reato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.   Leggi il seguito di questo post »

DELITTO DI GARLASCO: PROCESSATE ALBERTO, HA UCCISO CHIARA

VIGEVANO (PAVIA)  – I pm hanno chiesto il rinvio a giudizio di Alberto Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi e la detenzione di materiale pedopornografico.E’ durato oltre quattro ore l’intervento dei pm Rosa Muscio e Claudio Michelucci, cominciato ricordando la telefonata di allarme di Alberto Stasi al 118, quel 13 agosto, per arrivare ad una conclusione abbastanza scontata: la richiesta di giudizio davanti alla Corte d’Assise per il fidanzato di Chiara Poggi, che considerano responsabile dell’omicidio. L’udienza preliminare riprenderà sabato 28 marzo con l’intervento della parte civile per la famiglia Poggi e dei difensori di Alberto Stasi. Subito dopo la conclusione dell’udienza, sia i Poggi che Stasi, con i rispettivi legali, hanno lasciato il Palazzo di giustizia di Vigevano. ANSA

CASERTA: I CARABINIERI DISARTICOLANO CLAN CAMORRISTICO. E’ IN CORSO VASTA OPARAZIONE ANTICAMORRA. 28 ARRESTI.

 Caserta – Una vasta operazione anticamorra è in corso nel casertano, dove i Carabinieri del Comando Provinciale hanno arrestato 28 affiliati al clan facente capo ad Antonio Farina, ritenuti responsabili di associazione mafiosa, di due omicidi, di porto abusivo di armi da fuoco e di oltre 100 estorsioni perpetrate ai danni di imprenditori e commercianti della zona controllata dal clan. L’operazione ha lo scopo di smembrare l’organizzazione criminale, che mantiene il controllo del comune di Maddaloni e di quelli immediatamente vicini.Tra gli arrestati, oltre a capi e gregari dell’organizzazione criminale facente capo ad Antonio Farina, detto Tonino ‘o Biondo, anche affiliati al clan ( Leggi il seguito … )