Archivio per – droga

Castel Volturno – Guardia di finanza di Mondragone arresta a Castel Volturno persona con 4 grammi di cocaina

Castel Volturno – I Finanzieri della Compagnia di Mondragone, nella notte di venerdì 26 maggio,

hanno tratto in arresto V.J.G., maschio di anni 26, trovato in possesso di circa 4 grammi di cocaina. L’uomo è stato fermato a bordo della propria autovettura nell’istante in cui si apprestava ad effettuare la cessione dello stupefacente nelle mani di alcuni giovani giunti nei pressi dello spiazzo antistante il cimitero di Castel Volturno per acquistare una dose.

CASERTA: OPERAZIONE ANTIDROGA DEI CARABINIERI. IN CORSO LA CATTURA DI 10 PERSONE

MONDRAGONE, 10.06.2009  – Dalle prime ore dell’alba, nelle province di Caserta e altre località del territorio nazionale, è in corso una vasta operazione dei Carabinieri di Mondragone per l’arresto di 10 persone ritenute responsabili di importazione, detenzione e spaccio di ingenti quantità di sostanza stupefacente in concorso. L’operazione, che conclude una complessa attività d’indagine coordinata Leggi il seguito di questo post »

SAN NICOLA LA STRADA.DON PASQUALE LUNATO SI SCAGLIA CONTRO LE STRAGI DEL SABATO SERA

SAN NICOLA LA STRADA (di Nunzio De Pinto) – Anche la settimana appena trascorsa è stata foriera di troppi incidenti d’auto e moto alcuni mortali, purtroppo. È ancora viva la memoria delle persone morte nel corso del primo lungo week end di maggio. “Non bisogna perdere mai di vista la sacralità della vita che va ben al di là della disponibilità di ciascuno”. E’ quanto ha affermato il parroco don Pasquale Lunato che “tuona” dall’alto del Leggi il seguito di questo post »

CASERTA: CARABINIERI ESEGUONO OPERAZIONE ANTIDROGA IN VARIE PROVINCE. VENTI ARRESTI.

 

Dalle prime ore dell’alba, nelle province di Caserta, Napoli, Roma, Latina, Frosinone, Ascoli Piceno e Teramo, è in corso una vasta operazione antidroga condotta dai Carabinieri di Caserta, per l’esecuzione di venti provvedimenti di cattura nei confronti di persone (molte delle quali di origine africana) ritenute responsabili di “associazione per delinquere finalizzata all’importazione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”. L’indagine, eseguita dai CC della Stazione di Grazzanise, ha consentito di individuare le rotte dello stupefacente: importato dal Ghana, trasportato da corrieri africani attraverso l’Olanda o la Francia, era poi smistato a Castel Volturno, sul litorale domitio, a pusher provenienti da tutta Italia.

ARRESTATO DALLA SQUADRA MOBILE DI CASERTA SPACCIATORE IN TRASFERTA

Caserta – Nel tardo pomeriggio di ieri, nell’ambito dei servizi predisposti per contrastare lo spaccio ed il consumo degli stupefacenti, i poliziotti della squadra mobile di Caserta, diretta dal vice questore dr. Rodolfo Ruperti, hanno arrestato in flagranza,  per detenzione ai fini di spaccio, un operaio incensurato, Della Ventura Michele, nato a Maddaloni il 3-7-1963. Leggi il seguito di questo post »

PIEDIMONTE MATESE BLITZ ANTIDROGA DEI CARABINIERI NEI PRESSI DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI

Piedimonte Matese (di Lorenzo Applauso) – Blitz antidroga nei pressi degli Istituti Scolastici. Nei guai tre giovani trovati in possesso di alcune dosi di “hashish” ed “eroina”. A distanza di una settimana esatta dall’ultimo blitz, che ha visto anche l’impiego di Unità Cinofile Antidroga, cani altamente addestrati per la ricerca di sostanze ( Leggi il seguito … )

NAPOLI 05.03.2009 – STANATI DUE CAPI PIAZZA DI SCAMPIA CON UNA MANOVRA “A TESTUGGINE” DEGLI UOMINI DELLA GARIBALDI

NAPOLI – Grazie ad una manovra tipicamente militare – la testuggine – messa in atto dai militari della Brigata “Garibaldi” attualmente impegnati nell’operazione “Strade Sicure”, questa mattina sono stati tratti in arresti, due cosiddetti “capi piazza” dello spaccio di droga nel lotto P del viale della Resistenza a Scampia. Gli agenti dalla polizia di Stato del commissariato Scampia con l’ausilio tecnico-tattico-operativo dell’Esercito, in supporto alle forze dell’ordine, hanno così potuto trarre in arresto Leggi il seguito di questo post »

Strage di Castel Volturno. la risposta dello Stato: 400 uomini in più

Roma –  Saranno operative già nei prossimi giorni  400 unita’ di ”personale altamente qualificato delle forze di polizia” nel casertano. E’ stato deciso al termine della riunione che si e’ tenuta oggi al Viminale, voluta dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni, per affrontare l’emergenza criminale nella provincia di Caserta.Nel corso della riunione e’ stato anche deciso di dare ”un maggior supporto alle strutture investigative”.. Alla riunione, presieduta dal sottosegretario Alfredo Mantovano, hanno partecipato, tra gli altri, il capo di Gabinetto, Giuseppe Procaccini, il capo della Polizia Antonio Manganelli, i capi di Stato Maggiore dell’arma dei Carabinieri, generale Leonardo Gallitelli e della Guardia di Finanza, Paolo Poletti.

La riunione era stata preceduta in mattinata da un incontro Interforze con i reparti investigativi delle tre forze di Polizia presieduto dal vice capo della Polizia, Nicola Cavaliere e al quale hanno partecipato anche i responsabili nazionali di Sco, Ros e Scico.

  Leggi il seguito di questo post »

CASTEL VOLTURNO, DOPO LA STRAGE LA GUERRIGLIA

Castel Volturno  – Da ore e per chilometri Castelvolturno e’ ormai in preda al gruppo di immigrati che distrugge tutto. Semafori, cartelli autostradali, automobili, finestre di abitazioni, negozi: un intero paese in balia del puro vandalismo. Due tentativi delle forze dell’ordine di fermare il corteo non hanno avuto esito.
Le vittime sono tutti: soprattutto i cittadini che stanno subendo atti di ogni genere; terrorizzati si nascondono dietro le porte di casa e ancora piu’ terrorizzati subiscono chi, sbarre in mano, distrugge i finestrini delle loro auto, mentre dentro ci sono perfino bambini. Cosi’ il corteo avanza e la forza degli immigrati anche. Gli slogan contro gli italiani chiamano in causa il razzismo e cosi’ si sentono quasi legittimati a distruggere tutto quello che sa di italiano: ”Ma le forze dell’ordine che cosa fanno, dove sono, perche’ ci lasciano da soli?”, dice il signor Antonio che e’ sceso in strada dopo che con le spranghe di ferro hanno distrutto le vetrine della sua pizzeria. Pietre e bottiglie vengono lanciate contro tutti coloro che si affacciano ai balconi.

Nel massacro di ieri sera a Castelvolturno, sul litorale casertano, nel quale, con kalashnikov e pistole di grosso calibro, sono stati uccisi sei immigrati di origine africana (tre ghanesi, un cittadino del Togo e due liberiani), al vaglio di chi sta portando avanti le indagini – Dda, Squadra Mobile di Caserta e agenti del commissariato di Castelvolturno – ci sarebbe il possibile coinvolgimento del gruppo di fuoco riconducibile a tre latitanti del clan camorristico dei Casalesi, e cioé Alessandro Cirillo, detto ‘o sergente’ , Giuseppe Setola e Giuseppe Letizia detto ‘o zuoppo’.

I tre, insieme con i boss Antonio Iovine e Michele Zagaria, sono considerati tra i latitanti più pericolosi d’Italia. Setola, Cirillo e Letizia, d’intesa probabilmente con gli altri latitanti della potente organizzazione camorristica casertana, da mesi, attraverso i loro uomini – secondo quanto riferiscono gli inquirenti – stanno portando avanti tra Villa Literno, Casal di Principe ed il litorale domiziano, una vera strategia del terrore, con agguati che hanno interessato anche familiari di collaboratori di giustizia o testimoni di giustizia. L’obiettivo è di acquisire il controllo del racket e dello spaccio da parte di gruppi di immigrati africani.

Leggi il seguito di questo post »

SCONTRO TIR CONTRO AUTO.MORTI DUE BAMBINI SULLA A14. DUE ADULTI GRAVI.

 

Pescara – A seguito dello scontro tra un Tir e un’auto, avvenuto questa mattina sull’autostrada A14, tra Ortona e Pescara sud, in direzione Ancona,hanno trovato la morte due bambini di 4 e 7 anni.  Secondo il 118 di Chieti, Leggi il seguito di questo post »

DROGA: GESTIVANO SPACCIO NELLA ‘PALERMO BENE’, 28 ARRESTI

PALERMO – I carabinieri del gruppo di Monreale e della compagnia di Cefalù hanno eseguito 28 ordinanze di custordia cautelare in carcere che riguardano i presunti componenti di una organizzazione che gestiva lo spaccio di cocaina ed hashish nella ‘Palermo bene’. L’operazione, denominata ‘The net’, è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, dai sostituti Rita Fulantelli e Amelia Luise.

ALCOL E DROGA, MUORE DOPO FESTA IN SPIAGGIA

 

ROMA – Forse un mix di droga ed alcol. Potrebbe essere morto cosi’, dopo una notte passata ad una festa sulla spiaggia di Ostia, a Roma, un giovane di 25 anni trovato dai genitori nella sua abitazione di via Vaglia, nel quartiere nuovo Salario, a nord della Capitale.

Il giovane, Simone Passa, aveva trascorso la notte ad una festa sulla spiaggia di Ostia, sul litorale romano. Poco prima dell’alba aveva avuto un malore e per questo motivo era andato al vicino ospedale Grassi dove i medici gli avevano diagnosticato una ”sincope da sospetto uso di sostanze stupefacente e alcool”.

MORTA LA SEDICENNE IN COMA PER PASTICCA DI ECSTASY

VENEZIA –  Una festa in spiaggia ieri al Lido di Venezia si e’ trasformata in tragedia per una sedicenne di Rovigo, morta stasera dopo una giornata di coma. La ragazza aveva assunto Mdma, quattro innocue lettere dietro le quali si nasconde il micidiale principio attivo dell’ecstasy. La giovane studentessa l’avrebbe assunto puro, presumibilmente insieme ad alcolici, in compagnia di due coetanee, mentre assisteva dalla spiaggia dei ”Murazzi”, agli Alberoni, ai fuochi d’artificio della Festa del Redentore. Leggi il seguito di questo post »

ALIFE (CE) – CLUB PRIVé “ELISIR” TRASFORMATO IN CASA DI APPUNTAMENTI. ARRESTATE 13 PERSONE TRA LE QUALI UN DIRIGENTE DELL’OSPEDALE DI PIEDIMONTE MATESE. OLTRE AL SESSO ANCHE LA DROGA.

 

ALIFE (Ce) – Tredici persone tra cui quattro donne sono state tratte in arresto dai carabinieri di Piedimonte Matese con l’accusa di “associazione per delinquere, esercizio di casa di prostituzione, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, agevolazione all’uso  di sostanze stupefacenti”. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere a seguito delle indagini condotte dai carabinieri di Piedimonte Matese, al comando del capitano Salvatore Vitiello. Tra i frequentatori abituali del club privé trasformato in casa di appuntamenti (nella foto), molti professionisti ed imprenditori casertani e napoletani.

DETENZIONE A FINI DI SPACCIO, ARRESTATO DAI CARABINIERI DI CAPUA.

CAPUA – I Carabinieri della Compagnia di Capua a conclusione di una breve indagine hanno tratto in arresto Pisani Romanico 44 anni di Caserta per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’arrestato nascondeva nella fodera del divano di casa 80 grammi di cocaina già suddivisi in dosi. I militari hanno seguito uno degli acquirenti abituali che ogni due giorni si recava a casa sua a comprare la dose. Il suddetto era già agli arresti domiciliari perché fu beccato un mese fa a spacciare sempre cocaina a bordo di una “Seat” a Caserta. Ora è rinchiuso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.