“MÒ BASTA!” PARTE LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE

  “Mò basta!”, il sodalizio che raggruppa associazioni, sindacati e Camera di commercio impegnato nella lotta per la legalità e lo sviluppo in provincia di Caserta, lancia la campagna di comunicazione per tutta la Provincia di Caserta.

L’associazione “Mò Basta!” è una novità assoluta nel campo della battaglia civile per l’affermazione della cultura della legalità e nella lotta contro la criminalità. E’ la prima esperienza in Italia, infatti, in cui le più rappresentative associazioni di categoria uniscono sforzi e impegno nella lotta contro la camorra, assistendo le imprese nelle denunce contro racket ed usura e costituendosi parte civile in tutti i processi in cui sono vittime, appunto, sia le imprese che i lavoratori.

 L’associazione “Mo Basta!” è costituita da Agrorinasce (che l’ha promossa), Confindustria Caserta, Cna Caserta, Cia Caserta, Confagricoltura Caserta, Coldiretti Caserta, Cgil, Cisl e Uil Caserta, Ugl Caserta e Arci Caserta.

“E’ un’altra dimostrazione di impegno di tutte le associazioni di categoria e dei sindacati verso un diverso percorso di sviluppo economico della Provincia di Caserta dopo la costituzione parte civile nel processo Spartacus 3 – ha dichiarato Francesco Marzano, presidente dell’Associazione, delegato di Confindustria Caserta –. Ulteriore segnale è la possibilità di tutti gli imprenditori della Provincia di Caserta di telefonare il numero verde messo a disposizione da Confindustria per le denunce contro il racket e l’usura. A breve chiederemo un incontro al Prefetto per presentare non solo le iniziative dell’Associazione ma anche tutte le prossime azioni”. 

Il Consigliere delegato dell’associazione, Giovanni Allucci, amministratore delegato di Agrorinasce, che da anni già opera nella diffusione della cultura della legalità e nel recupero di beni confiscati alla camorra sottolinea la collaborazione che si sta configurando anche tra le iniziative che si stanno sviluppando nella Provincia di Caserta nella diffusione della legalità e nella lotta alla camorra.

“La vera novità è il sistema di contrasto civile che stiamo creando nella lotta alla camorra. Agrorinasce, la Camera di Commercio, le associazioni di categoria ed i sindacati tutti insieme intendono operare nella lotta al racket, all’usura, alle infiltrazioni nei pubblici appalti, insomma contro la camorra. La criminalità – ha aggiunto Allucci – danneggia non sono solo le imprese, che vengono sistematicamente sottoposte al racket, ma tutti: lavoratori, fornitori, quei cittadini che vorrebbero investire e non lo fanno per paura, allontanando gli investimenti che potrebbero venire dall’esterno. Ecco perché la nostra lotta alla camorra deve essere la battaglia di tutti”.(C.S.)

 

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: