ALES S.P.A. METTE IN MOBILITA’ 430 DIPENDENTI.RISCHIO DI CHIUSURA PER LA REGGIA DI CASERTA

Caserta – Rischiano di perdere il posto di lavoro i 28 lavoratori ex LSU della Reggia, dopo che la ALES S.p.a., società partecipata tra Ministero dei Beni culturali e Italia Lavoro, ha deciso di mettere in mobilità i suoi circa 430 dipendenti, operanti per i Beni culturali sia in Campania sia nel Lazio. Luigi Scardaone, segretario generale della UIL di Roma e del Lazio, ha dichiarato: “La coerenza è una dote sempre più rara tra i nostri politici ed il ministro Bondi ne è la prova. Il ministro Bondi  – ha continuato Scardaone – che tanto si sta agitando ed arrovellando il cervello con il dilemma ‘Pincio si  – Pincio no’ per tutelare i beni archeologici, cosa che fa notizia e dà risalto mediatico, con decisione draconiana ha, di fatto,decretato la chiusura di un’azienda deputata proprio alla tutela dei beni culturali ed ambientali per il Lazio e la Campania. Poco interessa al Ministro che, a seguito della sua decisione, si dovranno chiudere siti archeologici quali Pompei ed Ostia antica, poco importa se si dovranno chiudere poli museali quali la Reggia di Caserta e la Biblioteca di Palazzo Venezia.

E’ il Pincio che fa opinione. 430 licenziamenti concentrati tutti in regioni già disastrate quali Lazio e Campania sono elemento trascurabile”. L’allarme lanciato da Scardaone, viene rafforzato dalle dichiarazioni di Rosa Gloriosa, responsabile dei Beni Culturali della Regione Campania. “Posso affermare con certezza – ha detto – che la bella Reggia Casertana non rischia certo i sigilli. Per quanti problemi ci possano essere all’interno della gestione, la motivazione della mia affermazione è meramente pratica:una chiusura improvvisa della struttura comporterebbe un licenziamento in toto di circa 380 dipendenti di vario genere (dagli inservienti, ai giardinieri,ai geometri, agli architetti ecc.) che andrebbero ad aggiungersi ai 430 licenziati. Sarebbe un vero disastro.”

 www.primapaginaitaliana.it

prima pagina italiana

www.grandecalcio.wordpress.com

www.musicandyou.wordpress.com

www.antoniogaudiano.wordpress.com

www.primalex.wordpress.com

1 commento»

  luigi russo wrote @

Ma come si può pensare di preservare i beni culturali ed ambientali dello Stato quando viene attuata una Politica cieca? Mi chiedo ancora: Come si può pensare di valorizzare il Real sito di Carditello?.
Luigi RUSSO


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: